Contenuto principale

Messaggio di avviso

L’Area Welfare supporta la Direzione regionale Salute, integrazione sociosanitaria, politiche sociali e famiglia nella rivisitazione, qualificazione e innovazione del sistema dei servizi per la tutela dei minori, con l’obiettivo di contribuire a garantire la qualità della vita, pari opportunità, non discriminazione e diritti di cittadinanza, definendo altresì politiche integrate per la prevenzione, la riduzione e l’eliminazione delle condizioni di bisogno e disagio dei minori.
Nell’ambito della tutela all’infanzia l’affido familiare, normato a livello nazionale dalla legge 184/1983 così come novellata dalla legge 149/2001, rappresenta un intervento di accoglienza temporanea che si rivolge al minore temporaneamente privo di un ambiente familiare idoneo, nonostante gli interventi di sostegno e aiuto a favore della sua famiglia. In tali situazioni, è previsto l’accoglimento temporaneo del minore presso un altro nucleo familiare o persone singole, in grado di assicurargli il mantenimento, l’educazione, l’istruzione e le relazioni affettive di cui ha bisogno, mentre i servizi sociosanitari supportano la famiglia di origine nel recupero delle proprie competenze genitoriali.
Relativamente a tale tema, l’Area Welfare ha svolto numerose indagini sul territorio, collaborando con la Direzione alla stesura delle Linee Guida per l’Affido Familiare in Friuli Venezia Giulia, approvate nel 2015 e scaricabili dal sito regionale dove è possibile trovare ulteriori informazioni su questa esperienza di accoglienza: http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/famiglia-casa/politiche-famiglia/FOGLIA19/